Bonifica bellica

I nostri esperti e tecnici eseguono scrupolosamente la progettazione della bonifica del territorio da ordigni esplosivi residuati bellici. Gli uffici tecnici, in continuo aggiornamento, operano in conformità alle prescrizioni tecniche emanate dal Ministero della Difesa.

Bonifica superficiale

La bonifica superficiale, effettuata fino ad 1 metro di profondità, consiste nella ricerca e nella rimozione di materiale ferroso e ordigni bellici inesplosi. Le aree da esplorare vengono suddivise in zone e in strisce, nelle quali si interviene con appositi strumenti rilevatori o metal detector ad hoc per questo scopo.

Bonifica profonda

La bonifica profonda viene eseguita oltre il metro di profondità. Il terreno viene suddiviso, poi con apposite trivelle munite di sonda dell’apparato rilevatore, si eseguono dei fori nel terreno. Questo tipo di bonifica è indispensabile nel caso si verifichino movimentazioni di terreno oltre il metro di profondità.

Bonifica subacquea

La bonifica subacquea consiste nel ritrovamento di ordigni inesplosi poggiati sul fondo del mare, ma anche nelle acque interne di fiumi e laghi. Per individuare ordigni bellici inesplosi o altri corpi esplodenti, pericolosi per l’incolumità pubblica, vengono immersi appositi strumenti rilevatori da imbarcazioni o da sommozzatori specializzati, attrezzati apposta per setacciare i fondali.